Lanaturanelgioco Feedaty 4.8 / 5 - 89 feedbacks

Blog

Newsletter

Consigliato da Top Negozi

Introduzione al concetto di gioco

Giocare è il modo di vivere del bambino. Il gioco può essere considerato il mezzo che il bambino utilizza per esprimere il proprio comportamento e la propria motivazione. Nel corso del suo sviluppo il bambino impara ad interagire con i vari oggetti che gli vengono presentati  in modo da attribuire al gioco un significato liberatorio e molte volte gli oggetti non suggeriscono il comportamento del bambino bensì acquistano nuovi significati : un pezzo di legno comincia ad essere una bambola o un bastone può diventare un cavallo ecc. (L.S. Vygotskij, 1966). Il gioco diventa quindi un fase di transizione di significati attraverso cui il bambino crea situazioni nuove o riproduce le situazioni del contesto sociale in cui è immerso. Attraverso le attività ludiche il bambino impara la manipolazione degli oggetti, sviluppa la creatività, l’attenzione,  il problem solving, la pianificazione e la prevedibilità delle proprie azioni. Tutti questi elementi permettono una maturazione armonica. Il gioco risulta essere un’esperienza coinvolgente ricca di stimoli, capace di catturare l’attenzione, attivare e motivare i bambini accompagnandoli nell’acquisizione di conoscenze, strategie e competenze.

Alcune tipologie di gioco ludico utilizzate sono, ad esempio, il gioco esplorativo che agisce progressivamente sulle capacità di attenzione, o il gioco di finzione, verso il quale il bambino progredisce, caratterizzato dall’immedesimazione del bambino, nel ruolo e/o in una situazione a suo piacimento, oppure il gioco simbolico, caratterizzato dall’assegnazione da parte del bambino, di un significato particolare ad un oggetto, significato spesso lontano da quello originale, il quale favorisce lo sviluppo delle rappresentazioni mentali e del linguaggio.

 Secondo Piaget (un autore simbolo della psicologia dello sviluppo), lo sviluppo del gioco avviene dunque per stadi, il primo dei quali è la tappa dei giochi d’esercizio (0-2 anni) che corrisponde allo sviluppo dell’intelligenza sensomotoria. In questa fase l’attività percettivo-motoria assume il carattere ludico: il bambino acquisisce progressivamente il controllo degli arti e la capacità di esplorare gli oggetti con tutti i sensi. Il gioco funzionale viene realizzato per il semplice piacere che esso procura, ripetendo e consolidando schemi noti.

La seconda tappa è costituita dallo sviluppo dell’intelligenza pre-operatoria (2-7 anni d'età), il bambino diventa progressivamente capace di rappresentare la realtà e poi di operare con i simboli: nasce così il gioco simbolico. Le immagini mentali create risultano una costruzione attiva del soggetto e derivano da un’imitazione interiorizzata. Lo sviluppo del linguaggio permette un ampliamento degli strumenti per realizzare il gioco. Con lo sviluppo delle operazioni concrete, il bambino diviene capace di svolgere operazioni sugli oggetti, anche reversibili, senza riuscire a precedere analogamente su proposizioni ed enunciati verbali.

Tra i 7 gli 11 anni d'età si sviluppa anche progressivamente il concetto di regola, che verrà interiorizzato in maniera più profonda con lo stadio delle operazioni formali e consentirà un miglior coinvolgimento del soggetto nel gioco di regole. Il bambino nello stadio delle operazioni concrete è già in grado di effettuare questa forma di gioco, ma tende a modificare le norme a suo vantaggio e a non considerarle stabili. Dopo gli 11 anni vi è, invece, il passaggio alla codifica della regola. La logica formale è inoltre applicabile a qualunque contenuto. Il gioco di costruzione, che implica le operazioni di seriazione e classificazione, viene considerato da Piaget a metà tra il gioco e l’attività intelligente, nonché tra il gioco e l’imitazione.

Introduzione ad alcune categorie presenti in questo sito:

Giochi di mais

  • stimolano la creatività e la fantasia, il bambino può assemblare i vari pezzi per riprodurre il modello rappresentato oppure può divertirsi a creare nuovi oggetti e forme. 

Giochi di legno

  • Costruzioni (cubetti varie forme): aiutano a sviluppare la creatività la flessibilità e fluidità ideativa e verbale. Il bambino può ricreare oggetti e rappresentazioni a cui attribuisce un  significato proprio e riproduce situazioni della realtà o della propria fantasia.
  • Agil'Up (costruire una torre): questo gioco da la possibilità di riprodurre, attraverso tentativi ed errori, una configurazione definita . Sviluppa il problem solving e la capacità di pianificare le proprie mosse che devono essere adeguate affinché il gioco possa restare in equilibrio.

Libretti, puzzle, memory

  • Libretti : attraverso l’uso di libri con immagini e scritte, il bambino inizia il primo contatto con la rappresentazione simbolica del linguaggio. Inizia a comprendere che gli oggetti che lo circondano vengono “rappresentati” da suoni e anche da scritte. Questo forma di lettura arcaica è fondamentale per l’alfabetizzazione. Il bambino inizia quindi a prendere confidenza con il linguaggio verbale e con la sua rappresentazione.
  • Puzzle : attraverso l’uso del puzzle il bambino inizia a fare un elaborazione globale dell’immagine e ad assemblare i pezzi di diverse forme per riprodurla. Attraverso gli accostamenti cromatici e gli incastri sviluppa la capacità di pianificare e prevedere le proprie azioni sviluppando l’attenzione e la concentrazione. Le tematiche riprodotte dal puzzle permettono l’acquisizione di informazioni relative alla geografia e agli animali.
  • Memory: il memory è un gioco che aiuta il piccolo a fare un analisi globale e seriale degli elementi del gioco. Attraverso la ricerca delle coppie uguali sviluppa la memoria e le componenti attentive nonché la capacità di trattenere in memoria le immagini viste in precedenza per accoppiarle in modo corretto. Può essere utilizzato anche da più bambini contemporaneamente in modo da accrescere il rispetto del proprio turno e l’acquisizione delle regole di cooperazione.
  • Valigiona caccia ai numeri: attraverso questo gioco il bambino inizia a prendere confidenza con i numeri e con la loro rappresentazione quantitativa e grafica. Sviluppa inoltre la capacità di contare, il concetto di grandezza numerica, può fare confronti tra le diverse quantità.
  • Eco cubotti : questo gioco di mette permette di imparare numeri, lettere, forme, colori e animali. È utile il riconoscimento delle forme, dei numeri degli oggetti e le scritte sotto ai disegni incrementa la corrispondenza tra pittogramma e parola scritta. 

Giochi da tavolo

  • Giochi di società : permette al bambino di comprendere le regole del rispetto del proprio turno e della collaborazione tra più persone, nonché la capacità di contare e il significato quantitativo del numero. Seguendo le varie fasi del gioco il bambino acquisisce informazioni e conoscenze relative alla preistoria, alle imprese dei grandi esploratori e agli animali ecc. 

Giochi da modellare

  • Pasta da modellare naturale: la plastilina è da sempre un gioco che lascia libero spazio alla fantasia e alla creatività del bambino. Aiuta la crescita armonica delle abilità fino motorie e della motricità della mano.

 

 

Testo curato dalla Dott.ssa Tiziana Minutello

Psicologa e psicoterapeuta


Le nostre offerte